gattinara - Il vino prodotto nella provincia di Vercelli
Spread the love

Ciao, oggi ho intenzione di parlare di un vino di nome Gattinara. È il vino che si produce nella provincia di Vercelli, è un prodotto molto interessante che ti consiglio di provare, magari facendoti consigliare un produttore dalla tua enoteca di fiducia. Se non ne hai mai sentito parlare non procurarti, leggi l’articolo di seguito e scoprirai di cosa si tratta. Avanti allora, buona lettura.

Il vino Gattinara DOCG

Prende il nome dall’omonimo comune in provincia di Vercelli, che secondo una teoria probabile, ma non certa, viene dall’espressione latina “Catuli Ara” ovvero l’Ara di Catullo, in riferimento agli importanti ritrovamenti archeologici Romani nella zona, riconducibili alla guerra dei Cimbri sconfitti nel 101 a.C. I primi scritti che testimoniano l’attività vitivinicola a Gattinara risalgono all’epoca di Carlo Magno.

In anni più recenti il marchese di Gattinara Mercurino Arborio non perdeva l’occasione durante le sue attività diplomatiche di servire il vino prodotto nella zona in ogni occasione ufficiale, soprattutto al cospetto delle più alte cariche di stato d’Europa.

Il vino Gattinara DOCG è stato uno dei primi a ottenere la DOC, nel 1967. La DOCG risale al 1991.

Caratteristiche organolettiche del vino Gattinara DOCG

Di colore rosso granato intenso, vira all’aranciato con l’invecchiamento, soprattutto nella tipologia Riserva. In bocca è complesso sin dal primo sorso, asciutto e amarognolo nel finale, con sentori speziati decisi e avvolgenti. Spezie che al naso risultano immediate e persistenti, e ancor più variegate ed intense con l’affinamento prolungato. La sua struttura solida si abbina alla pari alla selvaggina, specie se da pelo, ai grandi formaggi stagionati e in generale agli arrosti.

Zone di produzione del vino Gattinara DOCG

Zona esclusiva l’intero territorio del comune di Gattinara.

Vitigni

Nebbiolo (spanna) minimo al 90%, ammette l’uso dell’uva vespolina fino al 4% e/o uva rara fino a un massimo complessivo del 10%.

Conclusione

Spero che l’articolo ti sia piaciuto, se hai qualche domanda scrivi pure sui commenti qui sotto o fammi sapere se hai mai assaggiato un vino di questo tipo e come ti é sembrato.


Spread the love
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *